Dermatroficomplex, il cortisone naturale!

Il cortison-like scientificamente naturale

Fisiologico supporto alle manifestazioni di carattere allergico ed infiammatorio, anche accompagnate da prurito

Dermatroficomplex® garantisce un elevato profilo di sicurezza e tollerabilità, anche per trattamenti prolungati nel tempo

Indicato per  il Paziente affetto da
Psoriasi
Orticaria
Neurodermite
dermatite
dermatite allergica
dermatite seborroica
eczema
Eritemi Solari
punture di insetti
orticaria
irritazioni da pannolino
Favorisce inoltre
Il ripristino della barriera cutanea irritata

Scarica subito la brochure del Dermatroficomplex® per scoprire il prodotto e le sue proprietà cortison-like

La composizione del dermatroficomplex

Proprietà del Cardiospermum

Dermatroficomplex è un prodotto cortison-like grazie al cardiospermum halicacabum presente nella sua formulazione.
Il cardiospermum halicacabum è una pianta tropicale largamente presente in India e già conosciuta nella medicina tradizionale per le sue proprietà antinfiammatorie, antipiretiche e lenitive.

La radice della pianta, infatti, veniva bollita con l’olio ed applicata sulla testa al fine di trattare infezioni della gola e mal di testa.

Negli ultimi anni numerosi studi hanno indagato la valenza scientifica dell’estratto, dimostrando il potenziale del “Modakhaton” (questo il nome indiano della pianta) nel trattamento localizzato delle dermatiti.

Il Cardiospermum halicacabum è un cortisone naturale:

una pianta medicale che ha un effetto simile al cortisone (cortison-like), ma senza le controindicazioni del farmaco.

Sul Tocoferolo Acetato (vitamina E)…

La vitamina E e i suoi esteri possiedono una elevata attività antiossidante, in quanto sono in grado di smorzare la reattività dei radicali liberi, bloccando la cascata di eventi che determinano lo stress ossidativo, che causa danni alle cellule. Inoltre, i radicali liberi, che si formano per azione dei raggi UV, del fumo o dell’inquinamento, degradano gli acidi grassi presenti nella pelle e alterano la struttura del collagene. In tal modo la pelle perde elasticità e si assiste all’invecchiamento precoce  della pelle con la formazione delle rughe.

Oltre a proteggere dai raggi UV, il Tocopheryl Acetate mantiene la pelle liscia e morbida, grazie al suo contributo nel limitare la perdita di acqua dall’epidermide e a preservare l’idratazione cutanea. L’uso del Tocopheryl Acetate nei cosmetici Ë considerato sicuro.

In cosmesi il Tocopheryl Acetate viene normalmente utilizzato in concentrazioni comprese tra 0,1 e 5%. Grazie alla sua attivit‡ antiossidante, viene inserito nelle formulazioni cosmetiche non solo come agente protettivo della pelle contro l’azione dei radicali liberi, ma anche per impedire la degradazione degli altri componenti della formulazione stessa.

Il dermatroficomplex, inoltre, grazie al Kemipur 100 (Imidazolidinyl Urea), garantisce un ampio spettro antibatterico

Elevata sicurezza e tollerabilità, anche se usata per un tempo prolungato

Evidenze cliniche sul Cardiospermum Halicacabum presente nel dermatroficomplex

Attualmente il principale trattamento farmacologico prescritto nel caso di problemi infiammatori consiste nell’uso di cortisone ed antistaminici. Queste terapie, se applicate su larghe superfici della pelle per periodi prolungati, possono causare diverse reazioni collaterali anche a livello sistemico. Alcune patologie, inoltre, non permettono l’utilizzo di cortisone (neanche per via topica); il dermatroficomplex può avere un effetto di cortisone naturale grazie alla composizione clinica del prodoto.

Dati raccolti attraverso la ricerca in vitro hanno infatti permesso di stabilire chiaramente la potenza antiossidante del metanolo estratto dal Cardiospermum Halicacabum. L’utilizzo del Cardiospermum Halicacabum, grazie ai suoi componenti, è inoltre in grado di controllare il problema della dermatite senza causare i relativi effetti collaterali, rendendo il prodotto utilizzabile anche a livello pediatrico.

Le proprietà di Cardiospermum halicacabum sono state valutate in uno studio multicentrico di tipo osservazionale, condotto per quattro settimane su 833 pazienti provenienti da 140 centri in Germania, Spagna e Olanda e affetti da varie forme di dermatite.

Gli estratti della pianta sono stati utilizzati per uso topico su pazienti affetti da dermatite endogena per il 28,8% , da dermatite allergica per il 23% , da dermatite seborroica per il 18,7%. La malattia presentava uno stato acuto o subacuto nel 42,5% dei casi mentre nei restanti veniva evidenziato uno stato cronico o cronico recidivante.

Al termine di questo studio sono stati valutati sia la remissione che il miglioramento dei sintomi tipici delle varie dermatiti, con un risultato di successo in media pari all’80%; molto interessante è il dato relativo al trattamento delle lichenizzazioni (identificative di cronicizzazione) con un successo pari al 72%.

L’estratto vegetale di Cardiospermum halicacabum vanta proprietà antiallergiche e antinfiammatorie in virtù di un effetto simile a quello esplicato dal cortisone e noto come effetto cortison-like. I principi attivi responsabili di tale effetto sono i fitosteroli contenuti nelle sommità fiorite i quali hanno un’azione antinfiammatoria, idratante, seboregolatrice, antipruriginosa, in grado di stabilizzare le membrane cellulari di pelli e mucose che, in caso di dermatiti, risultano essere meno reattive. In questo modo non viene compromessa la sintesi dell’epidermide e si evitano situazioni di secchezza o assottigliamento della cute frequenti nelle terapie cortisoniche.

Nel 2009 uno studio atto a dimostrare scientificamente le proprietà antinfiammatorie, analgesiche ed antipiretiche del C.H. utilizzato nella medicina tradizionale hanno condotto a dimostrare come gli estratti di etanolo della pianta possano inibire l’espressione mRNA del COX-2, TNF-alpha, e l’espressione di iNOS e COX-2. Inoltre l’estratto di etanolo proveniente dal C.H. ha inibito l’attività indotta di connessione nel DNA con TNF-alpha e NF-kb, che è stato associato nella diminuzione del livello di proteina p65 nel nucleo delle cellule di Jurkat.

Dermatroficomplex, le indicazioni principali

Gli estratti dei componenti sono utilizzati per pazienti affetti da:

  • Psoriasi,
  • Orticaria
  • Neurodermiti,
  • Dermatite allergica,
  • Dermatite seborroica in acuto,
  • In malattie croniche o cronico recidivanti.
  • Dermatroficomplex ha dato risultati interessanti
    anche nel trattamento delle lichenizzazioni con un
    successo pari al 72%.

La crema è utile anche per:

  • lenire la pelle arrossata,
  • nella desquamazione cutanea,
  • nelle punture di insetto
  • per curare l’eczema e le irritazioni da pannolino.

Utilizzo di Dermatroficomplex

Basta 1 applicazione 2 volte al giorno sulle zone interessate da lesioni.

Questa soluzione offre un fisiologico supporto alle manifestazioni allergiche  e infiammatorie accompagnate anche da prurito.

Favorisce, inoltre, il ripristino dell’integrità della barriera cutanea irritata.

Per le foto del Cardiospermum Halicacabum
© diritto d’autore: wasanajai / 123RF Archivio Fotografico
https://it.123rf.com/profile_wasanajai

Bibliografia Essenziale

  1. Venkatesh BKC, Krishnakumari S., Cardiospermum halicacabum suppresses the production of TNF≠alfa and Nitric oxide by human peripheral bood mononuclear cells. Afr J. Biomed Res 9:95≠99,2006
  2. Fulvio Marzatico, Short term test: clinical evaluation of the soothing and repairing effect for the skin of a product for topic use. Estratto dalla rivista Farmaci Vol. 33 ≠ n. 1/2009
  3. Kirthikar, K.R and Basu, B.D. An I.C.S.Indian Medicinal Plants, Periodical Experts, 2nd edition: New Delhi, 623, (1969)
  4. Murugesa – Mudaliar,K.S. Materia Medica (Vegetable Section), Tamilnadu Government Publication: Part I: Madras( India), 609, (1969.) Pages 47 ≠ 4949
  5. Selloum L, Bouriche H, Tigrine C, Boudoukha C. Anti≠inflammatory effect of rutin on rat paw oedema, and on neutrophils chemotaxis and degranulation. Experimental and Toxicologic Pathology,54(4):313≠318, (2003)
  6. Kostyuk V.A, Potapovich A.I. Antiradical and chelating effects in flavonoid protection against silica≠induced cell injury. Arch Biochem Biophys,355:43≠48, (1998)
  7. Pescari M. Dermatite atopica e da pannolino, cause, prevenzione e trattamento con le piante medicinali, Aboca Edizioni pp.3≠17 (2010)
  8. Josep del Hoyo, Calduch, Grossi C. Medicina e Salute Grandi Opere vol.1 edi≠ermes, ISBN 88≠7051≠128≠6 (1993)
  9. Loacker Rimedia: Dermatiti e prurito di diversa origine, Halicar DHU B457≠02/2012 Dep. AIFA 02/08/2011
  10. Bachmann C. Cardiospermum bei dermatologischen Problemen ARS Medici Thema Phytotherapie (2010)
  11. Mikolajczak K.L.. Smith C.R. Tjarks L.W. Cyanolipidsof Cardiospermum halicacabum L . and Other Sapindaceous Seed Oils≠Lipids 5,Vol. 10 pp.812≠817 (1970)
  12. Merklinger S. Ekzembehandlung mit Cardiospermum halicacabum Phytotherapie (1995)
  13. Pedretti M. Chimica e farmacologia delle Piante Medicinali; ed. Studio Edizioni
  14. Gopalakrishnan C. Dhananjayan R. and Lalitha Kameswaran Studies on the Pharmacological actions of Cardiospermum halicacabum Medical Chemistry Research Centre , Department of Pharmacology, Madras Medical College, Ind. J. Physiol and Pharmacol. 10≠11≠1976
  15. Sadique J. Chandra T. Thenmozhi V. Elango V. Biochemical Modes of Action of Cassia Occidentalis and Cardiospermum Halicacabum in Inflammation; Journal of Ethnopharmacology Vol. 19 pp. 201≠212 (1987)
  16. Sheeba M.S. Asha V.V. Cardiospermum halicacabum ethanol extract inhibits LPS induced COX_”, Journal of Ethnopharmacology Vol.124 pp. 39≠44 (2009)
  17. Pratheeshkumar P. Kuttan G. Cardiospermum halicacabum inhibits Cyclo-phosphamide Induced Immunosuppression and Oxidative Stress in Mice and also Regulates iNOS and COX≠2 Gene Expression in LPS Stimulated Macrophages Asian Pacific Journal of Cancer Prevention Vol. 11 pp. 1245≠1252 (2010)
  18. Capasso F. Grandolini G. Izzo A.A. Fitoterapia “Impiego razionale delle droghe vegetali”, ed. Springer p. 117 (2006)
  19. Carloni D., Cardiospermum halicacabum for the treatment of dermatitis Cardiospermum halicacabum ≠ Sapindaceae family: a plant with a cortison≠like action as a valid alternative to traditional dermatological applications, H adn PC  Vol. 7(4) October/December 2012, 32≠37
  20. Chellaiah Muthu, Muniappan Ayyanar, et al. Medicinal plants used by traditional healers in Kancheepuram District of Tamil Nadu, India
  21. Ragupathy Subramanyam; Newmaster, S. G.; Gopinadhan Paliyath; Newmaster, C. B. Exploring ethnobiological classifications for novel alternative medicine: a case study of Cardiospermum halicacabum L. Ethnobotany 2007 Vol.19 No.1/2 pp.1≠16
  22. Annamalai A., effect of drying treatment on the contents of antioxidants in cardiospermum halicacabum, Karunya University, Coimbatore
  23. A. Kumaran & R. Joel Karunakaran, Antioxidant Activities of the Methanol Extract of Cardiospermum halicacabum. Pharmaceutical Biology Volume 44, 2006 ≠ Issue 2
  24. Boonmars, T., Khunkitti, W., Sithithaworn, P. et al. In vitro antiparasitic activity of extracts of Cardiospermum halicacabum against third≠stage larvae of Strongyloides stercoralis ≠ Parasitol Res (2005) 97: 417. doi:10.1007/s00436≠005≠1470≠z
  25. Maluventhan Viji and Sangu Murugesan. Phytochemical Analysis and Antibacterial Activity of Medicinal Plant Cardiospermum halicacabum Linn. . J Phytol 2/1 (2010) 68≠77.
  26. V.V. Asha, P. Pushpangadan, Antipyretic activity of Cardiospermum halicacabum Indian Journal of Experimental Biology, 37 (1999), pp. 411–414